Ascoli Piceno ricorda Carlo Vittori

Primo Piano
//
images/vitt.jpg

Un’intera giornata dedicata al ricordo di Carlo Vittori, tra passato, presente e futuro dell’atletica leggera e in particolare della velocità, in un momento speciale per il movimento azzurro dello sprint. Ascoli Piceno omaggia lo storica figura dello sport italiano, allenatore e mentore di Pietro Mennea, con una conferenza dal titolo “Una strada per il futuro” e con l’intitolazione a Vittori della Cittadella dello Sport, in calendario per la giornata di sabato 7 maggio, con la regia dell’associazione “Amici del Prof. Carlo Vittori” e del Comune di Ascoli Piceno.

In mattinata, nel Palazzo dei Capitani (Sala della Ragione) è in programma la tavola rotonda a partire dalle 8.30, con tanti interventi di qualificati relatori, tra cui Paolo Camossi, tecnico del campione olimpico, mondiale ed europeo Marcell Jacobs, e Filippo Di Mulo, responsabile della velocità azzurra e ‘architetto’ della staffetta 4x100 medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo. Tra gli altri contributi, quelli degli storici allenatori Roberto Bonomi e Armando De Vincentis, di due dei preparatori atletici di maggiore fama come Vincenzo Pincolinie Paolo Bertelli, dell’ex vicepresidente FIDAL Ida Nicolini e del presidente degli “Amici del Prof. Carlo Vittori” Stefano Fiorini. A seguire, nel pomeriggio (ore 15) sarà inaugurato il busto di Vittori realizzato dall’artista marchigiano Nazzareno Rocchetti, posizionato nella Cittadella dello Sport, antistante l’ingresso del campo di atletica.