Informativa sulla privacy

La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE n.2016/279 (GDPR)  sul trattamento dei dati personali degli utenti che consultano e interagiscono con il sito web dell’A.N.S.M.E.S, e i relativi servizi (es. navigazione informativa nelle pagine del sito, richieste di informazioni tramite mail o da altri recapiti forniti, compilazioni di moduli, richieste di accesso ad aree riservate, ecc.). Si prega di prendere visione dell’informativa e accettarne le condizioni.

 visualizza la privacy Approvo

Tokyo 2020, un'Olimpiade da 10 e lode

Primo Piano
//
images/tokyo40.jpg

Strepitosi risultati dell’Italia ai Giochi Olimpici di Tokyo. Con 40 medaglie (10 oro, 10 argenti e 20 bronzo) non solo abbiamo superato il numero delle 28 ottenute nelle ultime edizioni di Rio de Janeiro 2016 (8-12-8) e Londra 2012 (8-9-11) ma anche stabilito il nuovo record rispetto alle 36 di Los Angeles 1932 e di Roma 1960.

Una pioggia di medaglie che giornalmente i nostri magnifici rappresentanti hanno vinto in 19 sport diversi che ci hanno portato a classificarci nel medagliere nella top ten dello sport mondiale trascinati dalla strepitosa Olimpiade dell’atletica leggera che con 5 medaglie d’oro ha scritto una pagina che rimarrà nella storia dello sport italiano.

Una impresa veramente eccezionale quella di tutta la squadra italiana presente in Giappone come ha giustamente sottolineato il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, nella rituale conferenza stampa conclusiva dove ha puntualmente evidenziato le prestigiose imprese dei nostri meravigliosi atleti in numerose discipline che hanno permesso di raggiungere tantissimi record, evidenziando con piacere che è una “Italia multietnica e super integrata”. Proprio due dei temi principali del progetto Ansmes 2021 “Lo Sport abbatte i Muri” che stiamo portando avanti con impegno e determinazione. .

Al Presidente dei record Giovanni Malagò ho inviato, a nome di tutta l’Ansmes, un messaggio di complimenti al quale ha immediatamente risposto ringraziandomi e dicendosi per questi traguardi raggiunti “tanto onorato per il Coni, per lo Sport e per la nostra Amata Italia”.

Ciascuno di noi ha seguito sicuramente in questi 16 giorni le magnifiche imprese dei componenti della spedizione azzurra e ciascuno di noi ha vissuto emozioni, gioia, trepidazioni, esaltazioni, sentimenti straordinarie che lo Sport riesce a dare a tutti coloro che lo seguono. Sono sicuro che tutte le Società i dirigenti ed i tecnici appartenenti all’Ansmes che hanno seguito e seguono le differenti attività sportive da tantissimi anni e che quindi conoscono l’impegno, la determinazione ed i sacrifici necessari per ottenere questi risultati di altissimo livello, sono orgogliosi per queste imprese degli azzurri a Tokyo che contribuiranno a far avvicinare un numero sempre maggiore di giovani a tutte le discipline sportive.

Francesco Conforti