Informativa sulla privacy

La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE n.2016/279 (GDPR)  sul trattamento dei dati personali degli utenti che consultano e interagiscono con il sito web dell’A.N.S.M.E.S, e i relativi servizi (es. navigazione informativa nelle pagine del sito, richieste di informazioni tramite mail o da altri recapiti forniti, compilazioni di moduli, richieste di accesso ad aree riservate, ecc.). Si prega di prendere visione dell’informativa e accettarne le condizioni.

 visualizza la privacy Approvo

Amatrice, «Gli angeli non tremano»: l'Ansmes ricorda le vittime del terremoto

Primo Piano
//
images/amatrice.jpg

Si è svolta il 18 luglio la commemorazione delle giovani vittime del terremoto del 24 agosto 2016.

L’iniziativa, «Gli Angeli non tremano», giunta alla quinta edizione, è stata dedicata quest’anno ai bambini organizzando una giornata di educazione civica e di sport in ricordo delle vittime del terremoto che nel 2016 ha colpito Amatrice.

Come negli anni precedenti l’iniziativa è stata ancora una volta del presidente dell’Asd Rastium, Umberto Pagoni, quest’anno unitamente al Comitato Regionale Lazio dell’Ansmes con la presenza del Presidente Gianfranco Cicuti e del vice Presidente del Comitato Provinciale di Roma, Giorgio Bonaldi.

«Dopo i memorial, che hanno visto protagonisti alcuni atleti del pugilato - ha spiegato Umberto Pagoni - abbiamo deciso di realizzare un evento ad Amatrice dedicato soprattutto ai bambini. La giornata è stata divisa in due momenti: la mattina dedicata al tema “Apriamo una porta verso un nuovo mondo” durante la quale i giovani sono stati  sensibilizzati a un comportamento rispettoso dell’ambiente. Nel pomeriggio, invece, si è svolto un incontro di calcio a cinque tra due compagini che partecipano a campionati nazionali, e un mini torneo di ragazzi dai sette ai dieci anni».

In precedenza, dopo il saluto delle autorità locali ed un breve percorso sino ai resti della torre civica, accompagnati dal suono della fanfara dei bersaglieri, ci si è spostati presso il parco Comunale “Giovanni Minozzi” dove in memoria dei caduti sono stati depositati mazzi di fiori da parte di giovani bambini ai piedi del monumento realizzato per ricordare quel tragico momento.