Informativa sulla privacy

La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE n.2016/279 (GDPR)  sul trattamento dei dati personali degli utenti che consultano e interagiscono con il sito web dell’A.N.S.M.E.S, e i relativi servizi (es. navigazione informativa nelle pagine del sito, richieste di informazioni tramite mail o da altri recapiti forniti, compilazioni di moduli, richieste di accesso ad aree riservate, ecc.). Si prega di prendere visione dell’informativa e accettarne le condizioni.

 visualizza la privacy Approvo

Bari celebra i 35 anni della nascita dell'Ansmes. Conforti: «Pronti alle sfide future»

Primo Piano
//
images/seminario.JPG

Un giorno di festa a Bari per l’Ansmes dove è stato celebrato il 35esimo compleanno dell’Associazione la cui nascita è avvenuta il 4 giugno del 1986 proprio nel capoluogo pugliese. Un Seminario organizzato nello storico stadio della Vittoria dal titolo «Lo Sport abbatte i Muri», il tema che vedrà impegnati tutti i soci nel 2021 in una sorta di filo rosso, e la consegna del «Premio Ugo Stecchi 2021» alla Società Ginnastica Angiulli nella persona del suo Presidente, Gaetano  Ingravallo, alla presenza dei figli del Presidente Stecchi, Alfredo e Mina, hanno dato lustro alla giornata. Giornata che si è conclusa con la posa della targa Ansmes all’ingresso della sede dell’Istituto di Medicina dello Sport - dove si è svolto il Seminario - intitolato a Vito Accettura, uno dei fondatori della nostra Associazione, e diretto da Mimmo Accettura, figlio di Vito e attuale vice presidente vicario dell’Ansmes.

Seminario speciale quello che ha avuto in Mimmo Accettura e Nani Campione i registi con Franco Castellato alla loro testa e che ha visto, nella parte inziale riservata ai saluti, la presenza dell’assessore del Comune di Bari, Pietro Petruzzelli, del presidente del Coni Puglia, Angelo Giliberto, del presidente regionale del Cip, Giuseppe Pinto, e del segretario regionale di Sport e Salute, Francesco Toscano.

Ad aprire la giornata è stato l'intervento del Presidente dell'Ansmes, Francesco Conforti, che ha ricordato non solo il lavoro dell'Associazione, il suo ruolo e l'importanza di chi l'ha fondata con grande cura e sensibilità, ma anche i progetti futuri che mirano all'espansione dell'Ansmes con un ruolo di primo piano per tutto lo sport italiano.

Accettura nell’introduzione ha dedicato spazio alla storia dell’Ansmes; ha mostrato immagini dei primi anni, documenti e note di grande interesse. Subito dopo, Franco Castellano, nostro socio fondatore, ha ricordato i giorni della nascita dell’Associazione. «Ore e ore di discussioni e pareri tra le mura del Coni Puglia di via Pende, con il lavoro di Mimì Marsico, personaggio eccellente e operoso sempre pronto a collaborazioni e iniziative, insieme a Daniela Tortella, costantemente vicina alle tematiche iniziali della nostra Associazione», ha detto Castellano che al momento di leggere i nomi degli altri soci fondatori si è commosso e ha chiesto al Presidente Francesco Conforti di leggerli.

Il Seminario è poi entrato nel vivo con la trattazione di temi più specifici di natura sportiva.

Chiusura finale, come abbiamo detto, con la consegna del «Premio Ugo Stecchi» alla società Ginnastica Angiulli, e poi con la scoperta della targa Ansmes all’ingresso della splendida sede dove Accettura lavora.

Nella foto, Francesco Conforti con i figli di Ugo Stecchi e, alla sua sinistra, Franco Castellano