Informativa sulla privacy

La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE n.2016/279 (GDPR)  sul trattamento dei dati personali degli utenti che consultano e interagiscono con il sito web dell’A.N.S.M.E.S, e i relativi servizi (es. navigazione informativa nelle pagine del sito, richieste di informazioni tramite mail o da altri recapiti forniti, compilazioni di moduli, richieste di accesso ad aree riservate, ecc.). Si prega di prendere visione dell’informativa e accettarne le condizioni.

 visualizza la privacy Approvo

Marcell Jacobs corre i 100 metri in 9"95: record italiano

Primo Piano
//
images/Jacobs-tabellone.jpg

Marcell Jacobs è irresistibile. A Savona, lo sprinter bresciano è sceso a 9”95 nei 100 metri, crono che rappresenta il primato italiano della distanza e migliora il 9”99 di Filippo Tortu ottenuto a Madri nel giugno di tre anni fa.

Dopo un caldissimo inverno che lo ha visto conquistare la medaglia d’oro ai campionati Europei indoor di Torun ei 60 metri con 6”47, lo sprinter bresciano ha corso i 100 metri in 9”95 durante il decimo meeting internazionale Città di Savona. La prestazione Marcell l’ha realizzata in batteria e sul rettilineo opposto dell’anello savonese. Il 26enne bresciano delle Fiamme Oro è stato protagonista di una gara perfetta e sfruttando un vento da 1,5 metri.

Jacobs, nato a El Paso ma cresciuto a Desenzano del Garda e allenato da Paolo Camossi, era l’uomo più atteso dopo il 6”47 del titolo europeo indoor sui 60 piani e ha confermato in pieno le aspettative diventando pure il decimo velocista europeo della storia, il migliore quest’anno. Marcell poi non ha corso la finale, scarico e con una temperatura che era scesa. Il Memorial Giulio Ottolia, legato ai 100 metri, ha visto il successo del giovane Lorenzo Patta che ha demolito il primato personale scendendo a 10”13 (+1.4 il vento) per diventare il settimo italiano della storia.

Per la stroia, Pietro Mennea ha realizzato 10"01 in altura a Città del Messico nel 1979.