Informativa sulla privacy

La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE n.2016/279 (GDPR)  sul trattamento dei dati personali degli utenti che consultano e interagiscono con il sito web dell’A.N.S.M.E.S, e i relativi servizi (es. navigazione informativa nelle pagine del sito, richieste di informazioni tramite mail o da altri recapiti forniti, compilazioni di moduli, richieste di accesso ad aree riservate, ecc.). Si prega di prendere visione dell’informativa e accettarne le condizioni.

 visualizza la privacy Approvo

Giovanni Malagò confermato alla guida del Coni

Primo Piano
//
images/malgòMilano.jpg

Giovanni Malagò è stato confermato alla guida del Coni per il prossimo quadriennio. Il Presidente onorario del Circolo Canottieri Aniene, in carica dal 19 febbraio 2013, è stato rieletto a larga maggioranza dal Consiglio Nazionale che si è riunito a Milano, al Tennis Club Bonacossa, dove 75 anni fa (precisamente il 27 luglio 1946) Giulio Onesti venne eletto per la prima volta alla guida dell’Ente.

Malagò ha ottenuto 55 voti (il 78,5%), superando gli sfidanti Renato Di Rocco, ex Presidente della Federciclismo, che ha incassato 13 preferenze, e l’olimpionica del ciclismo, Antonella Bellutti, un voto. Malagò, 62 anni, è al suo terzo mandato alla guida del Comitato Olimpico Nazionale Italiano. Da oggi diventa il terzo Presidente più longevo nella storia del Coni dopo Giulio Onesti e Gianni Petrucci.

«Non mi risparmierò per ripagare chi mi ha espresso fiducia e anche chi ha votato gli sfidanti. Voglio continuare a onorare un mondo che sento il mio - ha detto Malagò subito dopo la rielezione - e per il quale ho preso un impegno che ho dimostrato di rispettare. Per me non esiste un ruolo più bello di quello di Presidente del Coni. Siete la mia famiglia e mi troverete sempre dalla stessa parte».