Informativa sulla privacy

La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE n.2016/279 (GDPR)  sul trattamento dei dati personali degli utenti che consultano e interagiscono con il sito web dell’A.N.S.M.E.S, e i relativi servizi (es. navigazione informativa nelle pagine del sito, richieste di informazioni tramite mail o da altri recapiti forniti, compilazioni di moduli, richieste di accesso ad aree riservate, ecc.). Si prega di prendere visione dell’informativa e accettarne le condizioni.

 visualizza la privacy Approvo

Carola Mangiarotti Delegata dell'Ansmes a Milano

Primo Piano
//
images/mangiarotti-min.jpg

Un ingresso importante nella nostra Associazione. Carola Mangiarotti, stella d’argento e figlia dell’indimenticabile Edoardo che ha vinto 13 medaglie olimpiche oltre a numerosi titoli mondiali e ha partecipato a 17 Olimpiadi, è la Delegata provinciale di Milano.

Per l’Ansmes è un onore averla nella squadra di “ambasciatori” sul territorio.

Carola, che ha partecipato da atleta alle Olimpiadi di Montreal 1976 e di Mosca 1980, è attualmente anche Vice Presidente del Coni Regionale Lombardia.

Carola, figlia di Edoardo Mangiarotti e di Camilla Castiglioni, appartiene a una delle famiglie più sportive e vincenti di sempre. Il padre Edoardo, nato a Renate Veduggio nel 1919, nella Brianza Milanese, secondo di tre fratelli, si è distinta già a otto anni partecipando ai Campionati Giovani Balilla con brillanti risultati. Selezionato nel 1936 per le Olimpiadi di Berlino a soli 17 anni, preferito al fratello Dario maggiore di quattro e campione italiano in carica quell’anno, perché ritenuto più promettente. In Germania, Edoardo ha vinto la medaglia d’oro nella spada a squadre. Fu per tutti, allora, «Edoardo Mangiarotti, l’enfant prodige».

Chiamato alle armi come sottotenente al Settimo Fanteria di Milano, nel dopoguerra Edoardo ha raggiunto i massimi traguardi conquistando ben dieci ori tra Olimpiadi e Mondiali. Dal 1948 al 1950 è vincitore anche di tre Challenge Monal di Parigi consecutive, impresa mai più riuscita a nessuno.

L’impegno di Mangiarotti non si è fermato solo all’attività agonistica, conclusasi nel 1960 con l’oro a squadre delle Olimpiadi di Roma. Difatti, è stato anche Commissario della Federazione Italiana Scherma dal 1959 al 1961, corrispondente della Gazzetta dello Sport, membro d’Onore della Federazione Internazionale, presidente per oltre 40 anni dei Veterani dello Sport e delle Medaglie d’Oro al Valore Atletico. Non da ultimo, ha diretto insieme alla figlia Carola, adesso Delegata dell’Ansmes a Milano, la sala di scherma di famiglia fondata da suo padre Giuseppe nel lontano 1909.

Carola Mangiarotti nella sua carriera agonistica ha conquistato la medaglia di bronzo nel 1975 ai Giochi del Mediterraneo di Algeri nel fioretto individuale. A 24 anni ha partecipato ai Giochi olimpici di Montréal 1976, sia nel fioretto individuale (23esima) che in quello a squadre (quarti di finale). Sempre alle Olimpiadi, Carola ha gareggiato anche a Mosca 1980 nel fioretto a squadre.